mercoledì 21 dicembre 2016

IL SOLITO FRANCO LANA



A metà settembre del 2016 ho presentato a Nichelino (Torino), durante la manifestazione San Matteo Comics, un albetto intitolato "Il solito Franco Lana", da me curato con la complicità degli amici Barbara ed Eugenio della Discovery Kleper Association. La piccola pubblicazione è stata distribuita in omaggio in duecento copie agli intervenuti e presentava due testi di introduzione opera del sottoscritto e di Franco Lana, appunto, che riporto qui di seguito. Chi segue la mia pagina Facebook denominata Moreno "Zagor" Burattini conosce perfettamente chi sia Franco e perché risulti giustamente molto popolare. Leggendo i testi qua sotto, in ogni caso, vi sarà tutto chiaro. Le foto contenute in questo post, tutte di proprietà del personaggio accanto a me nell'immagine di apertura, sono comunque molte di più rispetto a quelle contenute nell'albetto.


HO CREATO UN MOSTRO
di Moreno Burattini

Tutto inizia con un appassionato torinese di Zagor che mi invia tramite mail una foto che lo ritrae in una situazione buffa e divertente mentre legge un albo dello Spirito con la Scure. Tanto è carino lo scatto che lo pubblico sulla mia pagina Facebook, scrivendo qualcosa del tipo: “Ricevo dal lettore Franco Lana”. Immediatamente arrivano i primi “mi piace”. Un paio di giorni dopo, Franco si ripresenta con una seconda foto, divertente come la prima. Rendo pubblica anche quella. E’ dalla terza volta in poi, credo, che comincio a presentare le foto con il commento “Il solito Franco Lana”. Da quel momento questa frase diventa il titolo di una vera e propria rubrica ,che compare con una certa frequenza sulla pagina e che viene attesa con crescente entusiasmo da chi la segue. Addirittura, le foto di Franco ottengono più “like” di quello che scrivo io. Vengono commentate, condivise, segnalate. Giungono riscontri anche dall’estero. Imperversano su Twitter. La gente che mi incontra non mi chiede notizie della mia prossima storia, ma su Franco Lana. Ho creato un mostro. Questo albetto, che raccoglie per la prima volta le migliori (anzi, solo alcune tra le migliori) battute fotografiche del “solito” Lana, è stato richiesto a gran voce dai suoi fans. Gente che ormai conosce a perfezione tutta la sua casa, sfondo abituale degli scatti (opera della mamma, complice delle creazioni del figlio), le tovaglie della cucina e i soprammobili del salotto. Io e il disegnatore Giuseppe Prisco, amico d’infanzia di Franco, un giorno lo abbiamo inserito in una nostra storia nei panni di un soldato di guardia a un penitenziario della Terra del Fuoco, e gli abbiamo fatto fare una brutta fine per vendicarci del suo successo, di cui siamo invidiosi (vedete le vignette con il misfatto in copertina). Naturalmente tutti i lettori lo hanno riconosciuto: “è il solito Franco Lana”. Così è diventato ancora più famoso. A Rivoli, in un incontro con il pubblico in cui io e Prisco abbiamo firmato una stampa, c’era anche lui, il Lana: la gente si è messa in fila per farsi autografare l’albo in cui compare. Credo abbia fatto più autografi di noi. Franco, scherzo: te lo meriti. Grazie per la tua simpatia e, soprattutto, per la tua amicizia.





E’ SOLO UN GIOCO
di Franco Lana

Ho cominciato solo per il mio divertimento. Poi Moreno Burattini ha iniziato a pubblicare sulla sua pagina Facebook le foto che gli mandavo, e quel che dove essere uno scherzo fra me e lui è divenuto un gioco collettivo, condiviso con migliaia di lettori di Zagor. Gli zagoriani non solo gradivano le mie battute fotografiche ma mi incitavano a proseguire. Piano piano il "gioco" si è fatto più serio. Il mio timore iniziale era  una certa paura di abbinare il mio faccione a un mito come Zagor, un fumetto che rappresenta per me le pagine belle della mia infanzia, ma anche dell’adolescenza, fino ad oggi. Quindi, con il beneplacito del pubblico, sono andato avanti e poi... non mi sono fermato più! Vorrei sottolineare come dietro a ogni foto ci sia un notevole lavoro e tante prove. Insomma, se sono riuscito a farmi conoscere al grande pubblico zagoriano (perfino all'estero) non è stato di certo per qualcosa di improvvisato. 
Vorrei ringraziare sentitamente Moreno Burattini, grande autore di Zagor,  per la pazienza, i consigli, l'incoraggiamento e l'apprezzamento che ha da subito dimostrato nei miei confronti. L'amico Marco Grasso (validissimo organizzatore di Etna Comics), per il sostegno e i preziosi consigli. Tutti gli amici di Zagor, perché mi apprezzano e condividono la mia stessa passione. Grazie a mia Mamma, fotografa e truccatrice di tutte le mie battute! Per la pazienza e costanza a sopportare le mie "pazzie". Grazie a Sergio Bonelli e Gallieno Ferri per aver creato il personaggio a fumetti più bello di tutti i tempi.  Un grazie speciale a Barbara ed Eugenio della Discovery Kleper Association per la realizzazione di questo Albetto. 

Attento alle spalle!

Ci vedo doppio

Senza tetto ma non senza Zagor

Il ritorno di Caìn

Le conseguenze delle letture

Il "re" di Darkwood
La nuova follia di Verybad


Duello nello spazio
La mummia delle Ande
Bandiera nera
Il morso del serpente
Il fiore che uccide
La valanga
Oltre i confini del mondo
Dimensione allucinante
Gli invasati
Thunderman!
"Magic-Bat"
Bobby... "Solo contro tutti"
Dove volano gli avvoltoi 


L'ora del destino
Terre inesplorate
Zagor contro Supermike
Lampo mortale
Incubi
Alla ricerca di Zagor
Minaccia dallo spazio
Sfida all'ignoto
Ossessione!
I due sosia
Iron-Man
Alba tragica
Ora zero!
Pericolo biondo
Terre bruciate
Insetti assassini
Acque misteriose

La settima prova
Lo zoo di Kaufman
Minaccia aliena
A volte ritornano


Pacifico... mica tanto!
Il tesoro di Jean Lafitte
L'uomo ombra
Banditi senza volto
L'uomo dipinto 
Destinazione Africa!
Il vendicatore alato
L'uomo lupo
La banda del guercio
L'uomo venuto dall'Oriente
La freccia mortale
Il padrone del tempo
Il nemico nell'ombra
L'uccello di fuoco
Prigioniero
Fucilazione
Sepolti vivi
I cacciatori di uomini
Leggendo Zagor di resta bambini
Il covo


Il nuovo copertinista
Prigioniero di una passione
Fermate il boia
Buon Natale!
Cacciatori di scalpi
La mamma di Franco Lana... fotografa ufficiale!
Copertine
L'uomo invisibile
Il solito Claudio Baglioni
Franco Lana con Carlo Ambrosini e Paolo Bacilieri
Meglio dei pupazzi nel letto
Dedicata a Gallieno Ferri
La solita Paola Turci

Franco Lana con Giuseppe Prisco (si spera a Carnevale)



Missione compiuta! ...Il saluto di Franco Lana.

4 commenti:

Franco Lana ha detto...

FANTASTICO!! grazie di cuore, Moreno!!!

Ivana Split ha detto...

carinissime foto! Buon Natale!

Giovanni21 ha detto...

Complimenti per lo humor...molto inglese...auguri a tutti giovanni 21

NEYMAR ha detto...

Siamo ancora in tempo massimo per ´Natale calibro 45´....