venerdì 26 febbraio 2016

VISITA GUIDATA (PRIMA PARTE)


Prima dell'inaugurazione (foto di Marco Corbetta)

Chi segue la mia attività o frequenta questo blog sa già della mostra "Da Gavinana a Darkwood - La vita a fumetti di Moreno Burattini", dedicata ai miei primi 25 anni di attività nel mondo del fumetto. L'esposizione, distribuita su tre piani all'interno dello storico Palazzo Achilli di Gavinana (PT) è rimasta aperta dal luglio 2015 al gennaio 2016, e sta per trasferirsi a Lucca dove sarà possibile visitarla, in formato un po' ridotto, nel corso di "Collezionando" (inizio aprile), versione primaverile di Lucca Comics. Una prima visita virtuale avete avuto modo di farla (con tanto do video) in un apposito post dello scorso agosto. Adesso, vi accompagnerò (se volete) in una visita guidata.

Poiché il materiale è tanto (forse troppo, nonostante tutto quello che è stato comunque accantonato), serviranno due puntate (la prossima seguirà fra pochi giorni). Tutte le foto che vedrete sono opera di Francesca Pesci, tranne quelle di Marco Corbetta (indicate in didascalia come sue).

Il mio ringraziamento va a tutti i visitatori (tantissimi) e ai bravissimi organizzatori dell'Ufficio Cultura della Provincia di Pistoia, capitanati da Marco Tempestini e Lisa Di Zanni.
Le didascalie in neretto sono quelle "ufficiali", il commento in corsivo è mio.


Il desk all'ingresso con le pubblicazioni in vendita

Oltre ai libri legati ai fumetti, erano in vendita anche testi di storia locale.

Il depliant della mostra
















Volantini che annunciano i successivi eventi nell'ambito della mostra

L'ingresso nella prima sala con il registro delle firme dei visitatori


Il pannello con i ringraziamenti e i nomi degli allestitori
Le guide con le didascalie (foto di Marco Corbetta)




Le prime due tavole esposte (Foto di Marco Corbetta)


Walter Venturi, disegno con Zagor e Sandokan, illustrazione per la rivista salgariana "Il corsaro nero" a corredo di un'intervista su Salgari a Moreno Burattini
Per illustrare una mia intervista a proposito dei contatti fra la saga di Zagor e la produzione letteraria di Emilio Salgari, Walter Venturi ha immaginato l’incontro fra Sandokan e lo Spirito con la Scure.



Gallieno Ferri, disegno per la copertina di Zagor "Il tesoro di Jean Lafitte", con dedica a Moreno Burattini
Questa storia è stata scritta da me e Gallieno Ferri mi ha regalato la sua copertina. Grazie, maestro!




Massimo Pesce, disegno a colori con Zagor, eseguito per Moreno Burattini 

Quando Massimo Pesce entrò a far parte dello staff di Zagor, mi ringraziò del mio appoggio con questo disegno. Inutile dire che uno bravo come lui sarebbe entrato anche senza il mio aiuto.



Walter Venturi, tavola per Color Zagor, n. 1, con dedica a Moreno Burattini 
Anche Walter Venturi, dopo il nostro primo racconto zagoriano insieme (il Color Zagor n° 1), mi ha fatto dono di una delle tavole originali della nostra storia.


Fabrizio Russo, disegno con Zagor, con dedica a Moreno Burattini
Fabrizio Russo mi ha ringraziato con questo disegno di avergli dato l’opportunità di disegnare una storia di Zagor scritta da me. Sono io, ovviamente, che ringrazio lui.

Foto di Marco Corbetta.

Locandina del film “Noi Zagor”


Nel 2013, un grande evento al cinema, in oltre cento sale italiane: il film-documentario di Riccardo Jacopino “Noi, Zagor”. Alcune scene sono state girate a Gavinana. 


Marco Torricelli, illustrazione  per "Il romanzo di Zagor. Le mura di Jericho".
L’edizione in volume del mio romanzo (in prosa) di Zagor “Le mura di Jericho” (Cartoon Club, 2011) è corredata da numerose illustrazioni inedite di vari disegnatori. Questo è l'originale di quella di Marco Torricelli.



Maurizio Dotti, disegno con Zagor, con dedica a Moreno Burattini

Non ho mai scritto niente per Maurizio Dotti, ma è un mio grande amico: questo suo disegno me l’ha regalato lui.



 Roberto Piere. Locandina con menù raduno nazionale forum SCLS, 2008
I tanti fan di Zagor si radunano spesso per ritrovarsi fra loro e con gli autori. E lo fanno di solito sedendosi attorno a un tavolo imbandito!


Raffaele Della Monica, tavola per Zagor “La corsa sul fiume” 

Una tavola originale di Raffaele Della Monica, tratta dalla nostra prima storia di Zagor insieme, piena di personaggi (gli equipaggi di due chiatte fluviali rivali, con i battellieri tutti caratterizzati in modo diverso) e di avvenimenti, nonostante dovesse svolgersi nelle sole 94 pagine a fumetti di un Almanacco dell'Avventura.


Poster con Zagor e Cico
Questo poster (stampato in Croazia) è sempre appeso davanti a me quando sceneggio le storie di Zagor nel mio studio. E' grande il doppio rispetto alla versione italiana.


Manifesto di Mauro Laurenti per il raduno del forum SCLS del 2008 
I lettori di Zagor si radunano, nell’occasione celebrata da questo poster, a Roma.



Gallieno Ferri, disegno per la copertina di Zagor “La morte sospesa”
“La morte sospesa” è una storia di alpinismo. La splendida copertina di Gallieno Ferri mozza il fiato per la vertigine che suscita.





Mauro Laurenti, disegno pubblicato su rivista "Darkwood Monitor", 1997 
Quando, ho pubblicato sulla rivista “Darkwood Monitor” un romanzo (in prosa) con protagonista Zagor, chiesi a Mauro Laurenti di illustrare una delle puntate con questo disegno, qui esposto in originale.


Fotodi Marco Corbetta




Bane Kerac, tavola per Color Zagor, agosto 2015, con dedica a Moreno Burattini
Ho avuto il privilegio di lavorare con il maestro serbo Bane Kerac per il quale ho scritto la storia “Il passato di ‘Guitar’ Jim” (Color Zagor n° 3) e di iniziarne una seconda: ho fortemente voluto il suo ingresso nello staff dello Spirito con la Scure. Questa è la tavola originale della sua prima pagina zagoriana.


Alessandro Chiarolla, disegno con Zagor e Denise Lafitte
Durante venticinque anni di storie ho arricchito il microcosmo di Zagor di vari personaggi, amici e nemici. Sono felice di aver ideato, fra le altre, la figura di Denise, figlia del pirata Jean Lafitte, realizzata graficamente da Alessandro Chiarolla che qui le dedica una pin up.


Alessandro Chiarolla, tavola per Zagor “Orribile maledizione”
Fra i disegnatori di Zagor, Alessandro Chiarolla è quello che lo realizza con il volto e il fisico che più piacciono alle donne.



Elena Mirulla, tavola per Zavor (parodia di Zagor)
In una divertente parodia di Zagor intitolata “Zavor”, la disegnatrice Elena Mirulla, su indicazione della sceneggiatrice Daniela Zaccagnino, ha inserito anche me nella storia, nei panni di un simil-Virgilio che guida l’eroe attraverso il racconto. Colori di Michela Cacciatore.

Foto di Marco Corbetta



Bane Kerac. Locandina di Hercegnovski Strip Festival (Montenegro), 2014
Anche in Montenegro Zagor è molto popolare!



Foto di Marco Corbetta



Gallieno Ferri, tavola per la copertina de "Il romanzo di Zagor. Le mura di Jericho"
Il romanzo di Zagor  ha una copertina inedita di Gallieno Ferri. Eccone l’originale.



Massimo Pesce, tavola per Maxi Zagor “L’ira di Tonka”
E' stato bello lavorare con Massimo Pesce a “L’ira di Tonka”. Questa ne è una tavola originale.


Foto di Marco Corbetta
La prima bacheca (foto di Marco Corbetta)

Albo di Cico "Cico & Company", con copertina di Gallieno Ferri
Giudico i miei albi di Cico tra le cose migliori che ho realizzato, e mi sono molto divertito a sceneggiarli.

Almanacco Zagor Avventura, 2003
Zagor esce come albo mensile ma ha avuto e ha molte altre incarnazioni, tra cui l’Almanacco dell’Avventura (che però adesso non esce più). Questo è quello con la prima storia di Marco Verni, che sono felice di aver tenuto a battesimo.

Moreno Burattini e Stefano Priarone, "Gallieno Ferri. Quarant'anni con Zagor”, 1999
Nel 1999 ho scritto con Stefano Priarone la prima biografia di Gallieno Ferri, che fece da catalogo a una mostra dedicata al disegnatore ligure.

Volume della collana "Lezioni di fumetto" su Guido Nolitta
Ai due creatori di Zagor, Guido Nolitta (alias Sergio Bonelli) e Gallieno Ferri, ho dedicato due biografie scritte con Graziano Romani. Non sono due saggi come tanti altri, ma due modi di pagare il debito di emozioni e di storie fantastiche che ho verso di loro.



Moreno Burattini, Francesco Manetti e Alessandro Monti, "Zagor"
Il volume dedicato a Zagor dalla Glamour di Antonio Vianovi è la riedizione riveduta e ampliata del precedente saggio di "Collezionare" degli stessi autori.

Il secondo romanzo di Zagor, “La capanna nella palude”
Più che un romanzo breve, “La capanna nella palude” è un racconto lungo. Da questa mia storia, uscita in libretto per una manifestazione su Zagor a Santa Margherita Ligure nel 2014 e scritta in prosa, poi altri hanno tratto dodici tavole a fumetti illustrate da Marcello Mangiantini per la rivista “SCLS Magazine”. Più di recente è stato ristampato in un volume della Cartoon Club con "Le mura di Jericho" e un terzo racconto inedito.

Graziano Frediani, “I mille mondi di Zagor”, 2001
In occasione del quarantennale di Zagor, la Bonelli allegò a un albo dello Spirito con la Scure questo volumetto curato da Graziano Frediani, a cui collaborai con alcuni miei testi.

"My name is Zagor", libretto abbinato al CD di Graziano Romani su Zagor
Allegato alla seconda edizione (targata Panini) del CD di Graziano Romani “Zagor King of Darkwood” c’era questo albetto contenente, fra le altre cose, alcuni miei testi sui rapporti fra lo Spirito con la Scure e la musica.

Moreno Burattini, "Il romanzo di Zagor. Le mura di Jericho"
Il mio primo romanzo ha Zagor per protagonista.

Albo di Zagor a striscia "Lo squadrone fantasma"
In occasione di “Godega Fumetti” (una manifestazione veneta) collaborai attivamente alla realizzazione di questo albo a “striscia” dall’aspetto simile alle pubblicazioni zagoriane di quel formato degli anni Sessanta, con una storia di quel periodo, recuperata, e la breve storia mia e della coppia Sedioli/Verni in cui lo Spirito con la Scure picchia noi autori.

Una visita guidata dal sottoscritto
Si sale al piano di sopra!
Foto di Marco Corbetta

Manifesto per i 50 anni di Zagor festeggiati a Zagabria
Manifesto per i 40 anni di Zagor in Croazia
In entrambe le manifestazioni sono stato ospite, con altri autori, degli amici croati.




Michele Rubini, tavola per Zagor "La morte sospesa" (testo di Moreno Burattini)
La storia di alpinismo “La morte sospesa” è stata magnificamente illustrata da un giovanissimo disegnatore estremamente bravo: l’umbro Michele Rubini.


Roberto Piere, disegno con prova di copertina da proporre a Gallieno Ferri per Zagor "Ombre nella foresta"
Lavorando in redazione gomito a gomito con i grafici, chiedo loro di visualizzare delle proposte di copertine da passare a Gallieno Ferri perché valuti se possono essere d’aiuto. Roberto Piere ha immaginato così la cover di “Ombre nella foresta” che poi Ferri ha realizzato.

Foto di Marco Corbetta



Locandina per un’iniziativa delle biblioteche di Ragusa, 2008
“Leggere aiuta a crescere” è lo slogan di cui Zagor si è fatto testimonial nel corso di una campagna della provincia di Ragusa, a cui anche io ho dato il mio contributo recandomi in Sicilia a incontrare le scolaresche.



Marco Torricelli, tavola di Marco Torricelli per Zagor “Il castello nel cielo”.
Tavola originale dal primo Zagorone.



Locandina per iniziativa in Val di Vara, 2012
Quando possiamo, noi autori di Zagor volentieri partecipiamo a iniziative per raccolta fondi da destinare in beneficienza, come questa organizzata in favore degli alluvionati della Val di Vara.



Raffaele Della Monica, tavola per Zagor “La corsa sul fiume”, con dedica a Moreno Burattini
Un’altra tavola originale di Raffaele Della Monica, tratta dalla nostra prima storia di Zagor insieme (“La corsa sul fiume”).



Joevito Nuccio. Locandina per iniziativa in Serbia, 2011
Mille iniziative riguardano Zagor in Italia... ma anche all’estero! Questo è un evento serbo.




Marcello Mangiantini, tavola per Speciale Zagor, n. 19, "Il maleficio di Anulka" 
Con il disegnatore pistoiese Marcello Mangiantini ho realizzato uno Speciale Zagor in cui compare Emily Dickinson bambina: la vedete in questa bella tavola originale.


Manifesto di Lola Airaghi per Albissola comics
Lola Airaghi così vede la minaccia di Hellingen incombere su Zagor! Il portfolio presentato ad Albissola Comics 2015, “Io, il nemico”, con il quale 40 disegnatori  si sono cimentati con il Mad Doctor, nasce da una mia idea.


Foto di Marco Corbetta


Stefano e Domenico Di Vitto, tavola per Zagor “La banda aerea”
Ho sempre ammirato Stefano e Domenico Di Vitto sulle pagine di mister No. Quando, chiusa la testata del pilota di Manaus, sono passati in forza allo staff di Zagor, ho voluto incaricarmi in prima persona di scrivere la prima storia del loro nuovo personaggio, non a caso intitolata "La banda aerea". Ho fatto in modo che lo Spirito con la Scure potesse decollare su velivoli non proprio come il Piper di Jerry Drake ma quasi, con un ideale cambio di consegne per i due bravi disegnatori abruzzesi.




Gallieno Ferri, disegno per la copertina di Zagor “La leggenda Wandering Fitzy”, con dedica a Moreno Burattini
Ne “La leggenda di Wandering Fitzy” ho avuto il privilegio di dare un nome a Zagor: Patrick. Sergio Bonelli aveva rivelato, in precedenza, solo il cognome, Wilding. Questo è l’originale della copertina di Gallieno Ferri.


Giuseppe Prisco, tavola per Zagor “Uomini in Guerra”
Fra i miei meriti di “talent scout” c’è quello di aver portato l’allora sconosciuto Giuseppe Prisco nello staff di Zagor. Questa è una tavola (rigorosamente originale) della nostra prima storia insieme, “Uomini in Guerra”. Da allora Prisco ha lavorato soltanto con me.



 Gianni Sedioli e Marco Verni, tavola per Zagor "Smack" (tavola autoconclusiva)
Gianni Sedioli e Marco Verni hanno realizzato questa tavola “in diretta” davanti al pubblico di una “Festa dell’Unità”, eseguendo una mia sceneggiatura: è una piccola storia completa di sole tre strisce!



Manifesto con Zagor in Dalmazia opera di Marco Verni per il MaFest di Makarska.
Anch'io sono stato ospite della manifestazione, a cui ha fatto visita persino il Presidente della Repubblica croata, a testimonianza dell'importanza data ai fumetti in quel Paese.




Moreno Burattini, "Il romanzo di Zagor. Le mura di Jericho", edizione portoghese
Il mio romanzo zagoriano “Le mura di Jericho” ha avuto una traduzione in portoghese per una edizione in Brasile.

Albo di Zagor "La morte sospesa", edizione brasiliana

Albo di Zagor "Ombre nella foresta", edizione brasiliana 

Albo di Cico edizione brasiliana

Catalogo di manifestazioni in Brasile, 2012
I lettori di Zagor sono sparsi in tutto il mondo, e io li definisco “gli abitanti di Darkwood”. In Brasile, nel 2012, mi hanno fatto una straordinaria accoglienza.

Eren M. Paykal, Dizionario sui personaggi di Zagor, edizione turca, con copertina di Gallieno Ferri
In Turchia è uscito questo “dizionario” di tutti i personaggi del mondo di Zagor, realizzato da Eren M. Paykal e mai pubblicato in Italia. La copertina, inedita, è di Gallieno Ferri; a me fu chiesto di scrivere la prefazione.

Libro su Gallieno Ferri, edizione turca
La mia biografia di Gallieno Ferri scritta con Graziano Romani è stata pubblicata anche in Turchia, e sono andato a presentarla a Istanbul.

Albo di Zagor, edizione turca

Libro su Gallieno Ferri di Moreno Burattini e Graziano Romani, edizione croata
Gallieno Ferri è amatissimo anche in Croazia (come in tutti i Paesi della ex-Jugoslavia) e dunque ecco la sua biografia scritta da me e da Graziano Romani in una bella edizione croata, arricchita da molte illustrazioni inedite in Italia.

Volume della Collezione Storica di Zagor a colori di Repubblica, edizione croata
La Collezione Storica a Colori pubblicata in Italia da Repubblica, a cui collaboro con i testi critici introduttivi, esce anche, in edizione cartonata, in Croazia.

Albo di Zagor, edizione croata 

Albo di Zagor, edizione serba

Bane Kerac, “Il grande Blek”, con disegno che ritrae Moreno Burattini come Zagor
Io e Bane Kerac, il maestro serbo con cui ho realizzato il terzo Color Zagor, siamo nati tutti e due il 7 settembre (a dieci anni di distanza). Per questo, come si legge nella dedica di questa caricatura, lui mi chiama “fratello horoscopo”).

“Moreno Burattini anno zero”, tratto da “C'era una volta nella Darkwood” di Zlatibor Stankovic
Un giornalista serbo, Zlatibor Stankovic, ha realizzato un suo breve saggio sulla mia prima storia di Zagor, di cui mi ha regalato la traduzione italiana durante un mio viaggio in Serbia.


Foto di Marco Corbetta


Statuetta di Cocco Bill - Premio IF a Moreno Burattini per il miglior sceneggiatore, 2006
Il Premio If veniva attribuito da un numeroso gruppo di “colleghi” degli autori premiati, consultati dall’organizzazione, e non da una ristretta giuria. Dunque era particolarmente significativo. Ho avuto la fortuna di riceverlo nel 2006 come miglior sceneggiatore: consiste in una statua di Cocco Bill, davvero bella da esporre.

Articolo del “Giornale” sull'incontro tra Zagor e Tocqueville in “Agenti segreti”
Quando uscì il Maxi Zagor “Agenti Segreti”, nel 2005, feci incontrare lo Spirito con la Scure e il filosofo Alexis de Tocqueville, immaginando un’avventura insieme dei due durante il viaggio del francese giunto negli Stati Uniti per scrivere “La democrazia in America”. Questa storia fece scalpore e ne parlarono moltissimi giornali.

Articolo de "L'Unità" su incontro tra Zagor e Tocqueville
L’incontro fra Zagor e Tocqueville interessò anche “L’Unità”, così come molte altre testate (dal "Messaggero" a "La Nazione").

Albo di Zagor "Il maleficio di Anulka"
“Il maleficio di Anulka” è un albo di Zagor tutto pistoiese, essendo stato realizzato da due autori (io e Marcello Mangiantini) di San Marcello e della Val di Nievole.

Speciale Zagor "Il segreto di Cristoforo Colombo" 
Ne “Il segreto di Cristoforo Colombo”, il primo degli Speciali Zagor da me realizzati, ipotizzo una versione alternativa della scoperta dell’America. Tutto, pur di incuriosire i lettori.

Albo di Zagor "Agenti segreti" 
E’ qui che Zagor incontra il magistrato francese Alexis de Tocqueville, futuro autore de “La democrazia in America”.



Gallieno Ferri, tre strisce per Zagor “Ombre nella foresta”, con dedica a Moreno Burattini
Gallieno Ferri ha detto di preferire in modo particolare, fra le mie storie da lui realizzate, quella intitolata “Ombre nella foresta”, in cui comparivano dei freaks, che Zagor aiuta a fuggire dall’uomo che li sfrutta come fenomeni da baraccone. Eccone una tavola originale.



Mauro Laurenti, due disegni di prova per un fumetto su Francesco Ferrucci, ispirato a statua nel Museo Ferrucciano
Coltivo da anni il desiderio di raccontare a fumetti la vita di Francesco Ferrucci. In attesa che il progetto si realizzi, Mauro Laurenti ha provato a immaginare l’aspetto del capitano fiorentino basandosi su una statua conservata nel Museo Ferrucciano di Gavinana.


Foto di Marco Corbetta


1 commento:

Antonio ha detto...

Ciao Moreno,
Sei veramente generoso, grazie per la visita virtuale alla mostra, non è la stessa cosa che visitarla di persona ma è stato piacevolissimo scorrere con la tua guida le pagine così piene di tesori zagoriani. Molto bella la vignetta di Zagor in Dalmazia, per me che ci vado in vacanza è particolarmente suggestiva perché ogni volta che ci vado passo da una località che si chiama Zagore!

Un saluto
Antonio