sabato 30 gennaio 2016

LEZIONI DI FUMETTO



Quando, nella primavera del 2015, Laura Scarpa mi ha telefonato per annunciarmi la sua intenzione di dedicarmi uno dei titoli della collana "Lezioni di Fumetto", mi ha colto davvero di sorpresa. Per quella serie di volumi io ho scritto, in coppia con Graziano Romani, le biografie di (nell'ordine) Gallieno Ferrti, Giovanni Ticci e Sergio Bonelli. Mi consideravo dunque uno dei collaboratori di Laura e di Comicout (dopo esserlo stato di Francesco Coniglio e della Casa editrice che portava il suo nome), pronto a scrivere io a proposito dell'opera di qualche grande nome, e non mi era mai venuto in mente che mi sarebbe stato chiesto di essere, invece, l'oggetto della disamina. Anche perché, a scorrere l'elenco degli autori presi in considerazione dai precedenti saggisti c'è da farsi girare la testa: Ivo Milazzo, Dave Gibbons, Dave McKean, Corrado Mastantuono, Gipi, Roberto Diso, Angelo Stano, Claudio Villa, solo per citare alcuni dei disegnatori. E fra gli sceneggiatori, ecco Roberto Recchioni, Tito Faraci, Alfredo Castelli. A rigor di logica, prima di arrivare a me ne sarebbe dovuta passare di acqua sotto i ponti (per esempio, mi sarei aspettato di vedere libri dedicati a Sclavi, Boselli o Serra). Invece, non senza un certo imbarazzo, eccomi qua a parlare di un saggio-intervista che mi riguarda, uscito in occasione di Lucca Comics 2015.

In realtà, c'è un motivo che può aver convinto Laura a occuparsi del sottoscritto: nel corso del 2015 ho festeggiato i miei primi 25 anni di attività, celebrati con una mostra inaugurata in luglio dalla Provincia di Pistoia e durata oltre cinque mesi (ne abbiamo parlato più volte in questo stesso spazio) e con un il Premio Andrea Pazienza alla Carriera che ho ricevuto a Cosenza in ottobre. Per la cronaca, nel 2016 festeggerò (a maggio) il venticinquennale quale sceneggiatore di Zagor (e di questo torneremo a occuparci a tempo debito). Dunque, essendoci l'occasione, ecco anche un libro: grazie, Comicout! Saggio-intervista, dicevo: ottanta pagine di domande formulate Laura Scarpa e di lunghe mie risposte, sui tanti aspetti della mia vita professionale. Oltre che di parlare di me e del mio lavoro mi è stato chiesto anche di mostrare, praticamente, alcune delle mie sceneggiature, corredate dalle tavole che ne sono state tratte. Non mancano piccole polemiche e ci sono anche pronostici sul futuro del fumetto e consigli agli aspiranti sceneggiatori. Ricco anche il corredo iconografico con foto e disegni. Non sfugga la caricatura, opera della brava e spiritosa Andrea Barattin, che mi ritrae in copertina. L'agile volumetto costa dodici euro, si può acquistare on line, in fumetteria e allo stand ComicOut in tutte le principali fiere fumettistiche. 

2 commenti:

Enzo 0 ha detto...

Meriti tutto questo.grazie per quello che fai su e per zagor.PROMUOVI sempre di più.

Enzo 0 ha detto...

Grazie di esistere