venerdì 23 gennaio 2015

2014: TUTTI I NUMERI DI ZAGOR


Omaggio a Sergio Bonelli. Lo Zagor di Makkox (2011)

Prima di cominciare, vi segnalo l'arrivo su Twitter di un account non ufficiale ma attivo, attendibile e appassionato dedicato allo Spirito con La Scure: si tratta di Zagor Forever (@Zagorforever). Ve lo consiglio caldamente. Quindi, passiamo all'argomento di questo post. Come forse ricorderete, prima dell’inaugurazione di “Dime Web, il blog che ha proseguito in Rete l’esperienza di “Dime Press” (che mi riguardò da vicino), il super esperto Saverio Ceri fu ospitato più volte proprio in questo spazio con la sua rubrica “Diamo i numeri”. Saverio aggiorna costantemente le sue classifiche e le sue statistiche bonelliane e ci ha abituato a degli imperdibili rendiconto annuali sulla produzione di Via Buonarroti. L’ultimo articolo, intitolato “L’anno dei record”, riguarda tutto ciò che Casa Bonelli ha pubblicato nel 2014 e potete andare a leggerlo semplicemente cliccando qui. Qui di seguito mi limiterò a estrapolare e commentare i soli dati che riguardano il sottoscritto e, soprattutto, lo Spirito con la Scure.



Omaggio a Zagor di Giancarlo Caracuzzo (2008)


TAVOLE E ALBI

La Sergio Bonelli Editore ha dato alle stampe, nel corso del 2014, ben 21.493 pagine inedite, record assoluto della sua ultra settantennale storia editoriale. Gli albi inediti pubblicati sono stati 182, ventiquattro in più dello scorso anno.

La serie con più pagine e più albi all’attivo è Dylan Dog (2500 tavole, 19 albi), seguita da Tex (2276 tavole, 17 albi), ma buon terzo, su venti testate in classifica, si piazza Zagor, protagonista di 1954 pagine e 16 albi. 

Dividendo 1954 per 12 (numero dei mesi) si ottiene quasi 163 tavole al mese (non è proprio come se fossimo quindicinali, traguardo per cui ne occorrerebbero 188, ma quasi). Non male, considerando che il sottoscritto cura la testata con orario part-time.


SCENEGGIATORI

Numero record di sceneggiatori impegnati nel raccontarci le vicende degli eroi bonelliani: nel 2014 sono stati 54, uno in più dell'anno precedente. Il vincitore assoluto è Mauro Boselli, con 1730 pagine a sua firma pubblicate: un risultato, tuttavia, raggiunto anche grazie a Zagor (suoi tre albi dell’annata), le cui tavole si sommano a quelle di Tex e Dampyr. Secondo in classifica Roberto Recchioni con 1172 (somma del suo lavoro su quattro diverse testate), terzo Luca Enoch con 1064 (per Lilith e Dragonero) e quindi ecco il sottoscritto con 1042, delle quali solo 32 texiane, tutte le altre zagoriane. 

Il mio esordio sul Color Tex mi ha permesso di portare a tre gli eroi bonelliani al quale ho potuto dare il mio contributo: Zagor (che comprende comunque anche gli albi di Cico), il Comandante Mark (sette storie) e, appunto, Aquila della Notte. Mi sarebbe piaciuto poter fare di più, ma finora non mi è stato possibile (non per la mia indisponibilità). 1042 pagine divise per 12 mesi dà quasi 87 pagine al mese, che è un po' di più della mia produzione media.  Essendo le tavole di Zagor pubblicate in un anno quasi duemila, e le mie poco più di mille, è chiaro che ce ne sono altre mille affidate ad altri sceneggiatori, cosa che mi pare buona e giusta sia per la gioia dei miei detrattori sia per l'apporto di idee fresche che il lavoro di squadra può garantire. 

Alfredo Castelli, veterano del gruppo degli scrittori, avendo esordito su Zagor nel 1971, festeggia il 38° anno consecutivo di pubblicazione, io il mio 24°. Che dire di più? Essere il quarto autore più pubblicato dalla Bonelli (battendone altri agguerriti cinquanta, e subito dietro a tre grandi nomi) mi dà soddisfazione, ma giustamente non ci sono tappeti rossi (almeno, non me ne sono mai accorto).


DISEGNATORI

Nel 2015 i disegnatori bonelliani sono stati il numero record di 178. Al primo posto si piazza Corrado Roi con ben 632 tavole (divise su quattro collane), ma al secondo posto ecco piazzarsi Gianni Sedioli all’opera soltanto su Zagor: 506 pagine portano infatti la sua firma. Segue, terzo, Roberto Diso; e quarto ecco Marco Verni con 314, poi quinti a pari merito Giuseppe Prisco e Raffaele Della Monica con 282. In buona sostanza, tra i primi dieci sono ben quattro gli zagoriani!

Scrive Saverio Ceri: “Il prolifico Corrado riesce a entrare nella top ten per il secondo anno consecutivo - come anche Gianni Sedioli che, pur in un'annata straordinaria, dove eguaglia il suo record personale del 2008, ha la sfortuna di incappare in un superlativo Roi e di vedersi divise a cavallo di due anni le 805 tavole pubblicate in 365 giorni tra il 2 agosto del 2013 e il 1° agosto del 2014; se fossero state tutte in un solo anno solare sarebbe stato record assoluto”. 

Non dimentichiamo che il decano tra i disegnatori pubblicati nel 2014è Gallieno Ferri, che lavora su personaggi bonelliani dal 1961.

COPERTINISTI

Trenta sono infatti gli illustratori chiamati a firmare le cover bonelliane dell’anno,  contro i 25 dell' anno prima e i 26 del precedente primato, risalente al 2012. Su 196 cover inedite pubblicate quest’anno dalla Bonelli, 18 sono opera di Claudio Villa, 17 di Angelo Stano e 16 di Gallieno Ferri, che dunque sale sul podio.  Ferri, nel corso del 2014, ha doppiato la boa delle 800 copertine in formato Bonelli (albi a striscia esclusi, quindi). 

CLASSIFICHE ZAGORIANE

Ci sono poi i piazzamenti Interni alle singole serie. Saverio Ceri segnala che nel 2014 il sottoscritto ha festeggiato il 22° successo come sceneggiatore più prolifico della serie (su 53 anni, considerando però che ci lavoro da 23), il 17° consecutivo. Tra i disegnatori, la terza affermazione, seconda consecutiva, per Gianni Sedioli che, con 506 tavole in un anno, eguaglia il suo record personale su Zagor, risultato con il quale nel 2008 vinse il suo primo “scudetto” zagoriano. La vittoria in due anni consecutivi, tra gli illustratori dello Spirito con la Scure non accadeva dal biennio 1992-93, quando  fu Ferri a firmare la doppietta.


CLASSIFICHE STORICHE

Nel corso del 2014 Boselli ha superato Nolitta nella classifica degli sceneggiatori di tutti i tempi - portandosi al terzo posto assoluto; posizioni quasi tutte immutate nella Top 20, tranne l’ingresso in ventesima posizione di Faraci che scalza Toninelli. Io dovrei dunque essere settimo (tra gli sceneggiatori più pubblicati di tutti i tempi). Nella Top Ten del decennio, invece (2010-2014) sono quarto dopo Boselli, Ruju e Vietti. Grazie, Saverio, per la ricca messe di dati messa anche quest'anno a nostra disposizione.




1 commento:

CREPASCOLO ha detto...

E se Color Zagor diventasse una collezione di micro storie ? Una trentina di tavole di Makkox ( o di Luca Genovese o di Sara Colaone o di Accardi ) non potrebbero raggiungere un pubblico che ha imparato a leggere quando Pat era nella palude dei forzati ? Meditate, gente, meditate...

PS occhio al refuso nostradamico : " Nel 2015 i disegnatori bonelliani sono stati il numero record di 178 " ? può darsi, ma probabilmente si tratta dell'anno appena concluso.