lunedì 24 gennaio 2011

BRINDI? SI'!

Brindo? Sì.
Ovviamente, a Brindisi. Con Bruno Brindisi. Non è soltanto un gioco di parole dato che da domani, martedì 25 gennaio, a venerdì, 28 gennaio, sarò ospite della città pugliese in occasione dell'inaugurazione della mostra "L'audace Bonelli".

E' la terza volta che assisto al taglio del nastro inaugurale dell'esposizione (dopo averlo fatto a Napoli nella scorsa primavera, e a Lucca nel recente autunno) e sono stato lieto di veder ristampato il bel catalogo a cui anch'io ho contribuito con due articoli. La mostra, del resto, è davvero molto ma molto bella (e per di più, a ingresso libero) e dunque tutti quelli del profondo Sud che non l'hanno ancora vista farebbero bene ad approfittarne.

Oltre a me e Brindisi, a Brindisi ci saranno anche altri illustri ospiti (anzi, saranno tutti assai più illustri di me), come Alfredo Castelli (sposato a una pugliese) e Angelo Stano (pugliese). Ci saranno anche alcuni bonelliani di Puglia, tra cui gli acclamati zagoriani (e martinmysteriani) Esposito Bros, che vede più sotto in una foto storica di Joe Zattere. In attesa di fare un resoconto a evento avvenuto, corredato con qualche foto rubata anche dietro le quinte, mi limito a pubblicare il comunicato stampa che ho appena ricevuto.


L'AUDACE BONELLI A BRINDISI, GLI OSPITI

Pochi giorni all'inaugurazione de L'AUDACE BONELLI - L'avventura del fumetto italiano a BRINDISI, nella prestigiosa location di Bastione San Giacomo, dal 28 gennaio al 17 aprile 2011!

Tra gli ospiti presenti all'INAUGURAZIONE della mostra, che si terrà giovedì 27 alle 18:00 a BASTIONE SAN GIACOMO, tre grandissimi nomi del fumetto italiano: Angelo Stano, Bruno Brindisi e Moreno Burattini!

Gli eventi di presentazione iniziano il giorno prima. Dopo la CONFERENZA STAMPA del mattino, infatti, la mostra ha un altro momento di PRESENTAZIONE, mercoledì 26 gennaio alle 18:00 presso l'Associazione Culturale Susumaniello, in via Lauro 51. Interverranno, Angelo Stano, Moreno Burattini e Alfredo Castelli, presenti anche alla conferenza stampa del mattino. Questo evento di presentazione è in collaborazione con Lunatica - Fiera del Fantasy di Brindisi.

L'esposizione è dedicata alla più prestigiosa casa editrice di fumetti made in Italy, la gloriosa Sergio Bonelli, ed è curata da Napoli COMICON, e in questa terza edizione, dopo Napoli l'anno scorso e Lucca fino a pochi grioni fa, è possibile grazie alla preziosa collaborazione e al supporto della Città di Brindisi (nella foto: il porto visto dall'alto).

A corredo dell'eposizione, poi, un libro di 240 pagine realizzato grazie ai contributi inediti dei massimi studiosi e specialisti dell'universo bonelliano. Un'occasione da non perdere per approfondire il mondo fantastico della Casa editrice milanese, irrinunciabile risorsa e perno dell'industria dell'immaginario del nostro Paese.

Pochissime informazioni sugli ospiti presenti a Brindisi, in ordine alfabetico.

Il salernitano BRUNO BRINDISI (1964), dal 1990 è uno dei disegnatori più amati di Dylan Dog. Per la Bonelli lavora anche al personaggio dell'eponimo fumetto "giallo" di Nick Raider e al fantascientifico Brad Barron, a sottolineare la sua grande versatilità. Dal 2002 è in forza anche alla testata di punta della casa editrice milanese, l'intramontabile Tex, di cui ha realizzato diversi albi.

Sceneggiatore di fumetti, scrittore, critico specializzato, curatore di mostre, libraio, collezionista di comics e autore teatrale, MORENO BURATTINI (1962) è tra i principali sceneggiatori di Zagor, lo storico personaggio creato da Sergio Bonelli nel 1961. Ha lavorato anche su Cattivik e Lupo Alberto, oltre che per il Comandante Mark.

ALFREDO CASTELLI (Milano, 1947) è uno dei maggiori sceneggiatori di fumetto italiani. Dopo una serie lunghissima di collaborazioni con fanzine specializzate, e dopo aver scritto tra le tantissime cose anche diversi albi di Zagor, oltre che numerose storie di Diabolik, nel 1980 propone a Sergio Bonelli il personaggio di Martin Mystère, con i disegni di Giancarlo Alessandrini, e dopo due anni riesce a portarlo in edicola. Da alcuni decenni è anche uno dei massimi storici e studiosi di fumetto internazionale.

Il pugliese ANGELO STANO (Santeramo, Bari,1953) è uno dei più personali e stimati interpreti grafici di Dylan Dog, di cui realizza l'ormai mitico numero uno e di cui è copertinista della serie dal n. 42. La frequentazione del mondo narrativo e l'amicizia con il creatore del celebre Indagatore dell’incubo Tiziano Sclavi lo porta a realizzare anche le copertine e le illustrazioni di alcuni dei suoi libri.



La mostra è a ingresso gratuito e rispetta i seguenti orari: da martedì a domenica dalle 9:00 alle 20:30. Chiuso il lunedì.

BASTIONE SAN GIACOMO - via Nazario Sauro, 72100 BRINDISI

Per INFO: Tel: +39 0831.229.647/643 - +39 348.8809607

Mail: sediculturali@comune.brindisi.it

Napoli COMICON

www.comicon.it

6 commenti:

erus1988 ha detto...

Moreno c'è la possibilità che la mostra arrivi a Torino?

Moreno Burattini ha detto...

Se qualcuno si fa carico di organizzarla, sì. Serve una associazione che si faccia promotrice e trovi gli spazi in accordo con gli enti locali. So che negli intenti di Napoli Comicon c'è quello di farla girare.

Namor85 ha detto...

L'apertura della mostra è stata spettacolare! Bruno Brindisi e Angelo Stano sono stati accerchiati dai fan per domande e disegni ( Brindisi non mi ha voluto rivelare la trama della nuova serie annuale a colori di Tex , altrimenti se fosse trapelato qualcosa , Boselli lo avrebbe strozzato XD).
Moreno Burattini è una persona STUPENDA , squisita e molto molto simpatica.
Ha firmato molti cataloghi della mostra , fatto alcuni simpatici disegni e risposto a molte domande.
Io ho chiesto se per il cinquantennale di Zagor ci fosse in programma una ristampa di Zagor,e Morenoha affermato che sono in molti a chiederla. Incrociamo le dita! Spero che a Moreno sia piaciuta la nostra città! :)
Un saluto , Vincenzo

ninaccio ha detto...

Ciao Moreno!
ho una curiosità da chiederti prendendo spunto dal tuo articolo, in particolare dalla foto che ritrae due giovanissimi Esposito Bros: come scrivi l'autore è il fotografo Joe Zattere.
Acquistando anche gli albi che manda in edicola la casa editrice IF che contengono ampi apparati redazionali tra cui, sulla ristampa di Mister No in edicola una sezione dedicata a tutti gli autori di casa bonelli, spunta sempre questo nome accanto alle foto che ritraggono in vecchie foto in bianco e nero sceneggiatori e disegnatori.
Puoi chiarirmi meglio e dirmi qualcosa di più su questo enigmatico fotografo che ha la passione per i ritratti degli autori del mondo delle nuvole parlanti?!
grazie!

Moreno Burattini ha detto...

Per Namor 85: sono da poco rientrato in Toscana di ritorno da Brindisi e ho ancora negli occhi le immagini della bella città che mi ha ospitato per tre giorni. Città, va detto, oltre che bella anche pulita, rilassata, amichevole e accogliente. In un paio dei ristoranti dove siamo stati varrebbe la pena di riprendere l'aereo solo per tornarci. Il punto più suggestivo? La fine della via Appia ancora oggi contrassegnata da due colonne romane in riva al mare. La suggestione letteraria? Il ricordo che Phileas Fogg si imbarca a Brindisi verso il Canale di Suez ne "Il giro del mondo in ottanta giorni": e io ho alloggiato nello stesso albergo dove facevano sosta i viaggiatori in procinto di salire sulle navi verso l'India. Grazie a tutti i brindisini per la cordialità dimostrata verso il sottoscritto.

Moreno Burattini ha detto...

Per Ninaccio: Joe Zattere meriterebbe un post tutto suo. Non so se ancora stia fotografando gli autori di fumetti in giro per il mondo, perché non lo incontro più da qualche anno (e mi dispiace visto che si tratta di una persona gradevolissima), però un tempo lo si vedeva spesso in giro per mostre e manifestazioni. Era (e forse è ancora) collaboratore e compagno d'avventura di Graziano Origa, art director, grafico, fumettista, editore, direttore di riviste, artista pop, titolare di uno studio editoriale molto attivo su vari fronti (non solo fumetto ma anche moda, arte, fotografia, fenomeni di costume, cultura altermativa) negli anni Settanta, Ottanta e Novanta. Con Origa hanno iniziato a muovere i primi passi numerosi disegnatori di fumetti, tra cui Corrado Roi. Joe Zattere era il fotografo che accompagnava Graziano dovunque ci fosse da scattare foto. Quando Origa lanciò una rivista dal titolo "Fumetti d'Italia", con cui anch'io ho collaborato, le foto che ritraevano gli autori di cui si parlava erano quasi sempre di Joe. Di recente, Zattere ha raccolto i suoi scatti migliori in un libro pubblicato dalla Mercury.